parallax background

FAME FISICA
O
FAME EMOTIVA?


Ti capita mai di mangiare senza aver fame? Mangi quando ti senti stressato/a, triste oppure annoiato/a?

parallax background

FAME FISICA O FAME EMOTIVA?


Ti capita mai di mangiare senza aver fame? Mangi quando ti senti stressato/a, triste oppure annoiato/a?

Il consumo di cibo è un atto fondamentalmente finalizzato a nutrire il nostro corpo e fornire l’energia necessaria alla sopravvivenza. Al di là della dimensione nutrizionale, il cibo è associato alle sue caratteristiche organolettiche come la consistenza , il gusto, l’olfatto che attivano dunque dei meccanismi nel nostro cervello che sono associati al nostro stato emotivo.

Cibo ed Emozioni, quale legame?

I vari alimenti scatenano il rilascio di alcune sostanze nel nostro cervello le quali inducono degli stati emotivi. Un alimento dunque non soddisfa solamente la nostra fame fisica ma può offrirci una sensazione di piacere, di gratificazione e di soddisfazione. Alcune ricerche hanno rilevato che alcuni tipi di alimenti ci inducono a volerli mangiare ripetutamente anche se non proviamo un senso di fame reale. Questo tipo di alimenti sono spesso costituiti da una combinazione di grassi-zuccheri-sale (“comfort food”) e sono presenti in prodotti alimentari di facile reperibilità e veloce consumazione.

Cibo ed Emozioni, quale legame?

I vari alimenti scatenano il rilascio di alcune sostanze nel nostro cervello le quali inducono degli stati emotivi. Un alimento dunque non soddisfa solamente la nostra fame fisica ma può offrirci una sensazione di piacere, di gratificazione e di soddisfazione. Alcune ricerche hanno rilevato che alcuni tipi di alimenti ci inducono a volerli mangiare ripetutamente anche se non proviamo un senso di fame reale. Questo tipo di alimenti sono spesso costituiti da una combinazione di grassi-zuccheri-sale (“comfort food”) e sono presenti in prodotti alimentari di facile reperibilità e veloce consumazione.

La mia è una fame fisica o emotiva?

Non dobbiamo preoccuparci se il cibo ci gratifica, questo è naturale e fisiologico. Se ci dovessimo rendere conto però di mangiare talvolta senza avere realmente fame, in queste situazioni manifestiamo ciò che viene definito come “fame emotiva”.

Imparare a distinguere la fame fisica reale dalla fame emotiva non è particolarmente difficile:
la fame emotiva solitamente è molto selettiva (la ricerca di alimenti specifici), è accompagnato da uno stato di irrequietezza, non si ferma quando siamo sazi e può causare vergogna e sensi di colpa.

Perché la chetosi

Perchè è importante ridurre drasticamente i carboidrati per raggiungere la chetosi?

I carboidrati e gli zuccheri semplici sono la fonte di energia preferita dal nostro organismo, vengono usati rapidamente e in parte ‘stoccati’ in fegato e muscoli.

Un consumo giornaliero superiore a circa 30 gr di carboidrati (dipende da persona a persona) induce il nostro organismo ad usare i carboidrati come fonte di energia, invece che ‘bruciare’ i grassi in eccesso. Quali sono i benefici della chetosi?

Si può imparare a controllare la Fame Emotiva?

Se non riuscite a gestire le vostre emozioni e volete migliorare il vostro rapporto con il cibo , potete rivolgervi ad un professionista Psicoterapeuta che vi guiderà nella ricerca dei pensieri e dei comportamenti disfunzionali, al fine di raggiungere un senso di benessere psicofisico.

Domande?

Contattaci per ricevere una consulenza completamente gratuita